Castel Mella: Eatinero punta al delivery riunendo ristoratori e cucine mobili

Castel Mella: Eatinero punta al delivery riunendo ristoratori e cucine mobili

Condividi
 

Parte il “Delivery Food Festival, con consegne a domicilio no stop per promuovere e rilanciare la propria attività. L’evento è organizzato da Eatinero, tra gli specialisti dello street food, attivo a Castel Mella dal 2017.

Per quattro giorni, ( dal 28 al 31 maggio 2020)  i ristoranti di Castel Mella presenteranno i propri menu all’interno della piattaforma online in cui sarà possibile prenotare il proprio cibo con consegna a domicilio, scegliendo il giorno e la fascia oraria desiderata. Gli ordini saranno consegnati ogni giorno “no stop” dalle 10:00 alle 21:00.

Nelle fasce orarie più lontane dai pasti (10-12 e 14-19) saranno recapitati pic-nic bag, piatti freddi o rigenerabili (tramite l’uso di forno/fornelli), mentre nelle fasce orario di pranzo e cena (12:00-14:00 e 19:00-21:00) saranno consegnati piatti caldi espressi. A effettuare le consegne saranno gli stessi ristoratori, coadiuvati da una squadra di riders provenienti dal capoluogo lombardo che rimarranno a disposizione sul territorio per tutto il periodo della manifestazione.

Questi gli operatori di Castel Mella e dintorni coinvolti nell’iniziativa

  • 44 Piatti
  • Agriturismo Al Cantarane
  • Branchie (food truck)
  • Go Fam Fès (food truck)
  • Il Cenacolo
  • La Roulottina (food truck)
  • Osteria Masna
  • Pizzart
  • Ristorante La Perla
  • Trattoria 26 Aprile
  • Trattoria Conti

“Quest’anno a causa dell’emergenza Covid-19 la nostra Sagra del Loertis, prima manifestazione che dà il via a tutte le successive, è ovviamente stata annullata, anche se con enorme dispiacere – spiega il sindaco di Castel Mella Giorgio Guarneri – Promuoviamo quindi questa nuova modalità di condivisione e convivialità, che permetterà a tutti i nostri cittadini di sentirsi vicini gustando prelibatezze dei nostri ristoranti e dei food-truck comodamente a casa loro, sperando che con le dovute cautele si possa tornare presto alla normalità”.