Alla 42° Fiera dell’Aglio, alcune Eccellenze del Mondo dello Street Food

Alla 42° Fiera dell’Aglio, alcune Eccellenze del Mondo dello Street Food

Condividi
 

Una delle novità della 42° Fiera dell’Aglio a Monticello d’Ongina, sarà la presenza di alcune Eccellenze del Mondo dello Street Food, selezionate per la loro particolarità eno-gastronomica culturale, nazionali ed Internazionali e opportunità imprenditoriali.

Dalla tradizione Abbruzzese, gli arrosticini, che sono inseriti nell’elenco dei Prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Nell’elenco del 2016 sono iscritti al n. 9 per la Regione Abruzzo, rappresentati a Monticelli da Franco e Patrizia che hanno voluto dare un’opportunità imprenditoriale puntando sull’ausilio del giovane Riccardo che, propone una speciale birra fornita dalla grande famiglia della Bernocchi Beverage di Grumello Cremonese (CR)

Dalla Spagna come tutti i piatti popolari di ogni zona, anche la “Paella” è l’unione degli elementi culinari che ogni popolo ha intorno a se stesso. La zona di Valencia è sempre stata ricca di verdure fresche grazie alla campagna valenciana, di polli e conigli per quanto riguarda la carne, il pesce, e la vicinanza della zona denominata “Albufera” (che tradotto significa “laguna”), caratterizzata dalla presenza di risaie, soddisfa le condizioni necessarie per la creazione di questo piatto abilmente proposto da Anna e Marilene.

La Sicilia sarà rappresentata da A’ VUCCIRIA, un nome che già di per sè vuol essere una chiara espressione di ciò che

rappresentano. Da anni infatti si occupano della vendita di prodotti alimentari tipici siciliani, diffondendo l’amore per una terra ricca non solo di splendidi panorami, ma espressione di gusto e dei sapori tradizionali che mai passano di moda. I prodotti della tradizione siciliana sono tanti, ma primi fra tutti vi sono le arancine di cui sono degli specialisti. Accanto a questo ve ne sono tanti altri, sempre tipici della cucina siciliana, come pane ca’ meusa, panino con la milza, e pane e panelle, un goloso panino ripieno di una frittella di farina di ceci. Non mancano ovviamente i dolci, primi fra tutti i cannoli siciliani, altro prodotto tipico, dalla storia intensa tra realtà e leggenda.

E per gli amanti dei sapori tradizionali, direttamente dalla Toscana, un piatto ricco di storia e sapore, il Lampredotto, cucinato dallo chef Arrigo Taccetti.

Per chi volesse vivere lo spirito U.S.A, Biagio propone una vasta scelta di Hamburger di carne, selezionata, preparata e servita nel classico American Style.

E non poteva di certo mancare il Brasile, non solo con la tipica Picanha, ma anche con un favoloso e gustosissimo maialino alla brace, proposto da Diego, un giovane italo-brasiliano.

Altre saranno le sorprese culinari che soddisferanno i palati di tutti, ma a chiudere la cerchia d’Eccellenze, la Romagna rappresentata da Piero, con una antica ricetta di famiglia, la piada alla brace su terracotta, un cibo d’altri tempi. La terracotta conferisce all’impasto quel sapore dimenticato, il sapore del pane fatto sulla brace. A completare la proposta, lo gnocco fritto e una birra artigianale, la Medioevo’s, rappresentata e servita fra una risata e l’altra dal Comico di Colorado Tony Manero.

Dunque non ci resta che che recarci a Monticelli D’Ongina Sabato 30 Settembre e Domenica 1 Ottobre, in via Martiri della Libertà, per degustare le chicche gastronomiche che questa meravigliosa Fiera ci propone, ma senza dimenticare che in tutta la città, già dal 29 settembre, offre un programma di attività da non perdere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO